Imparare la Matematica

Nell’articolo sul metodo di studio abbiamo trattato alcuni metodi utili per farci piacere le materie o gli argomenti che stiamo studiando. Sicuramente uno degli argomenti più ostici per gli studenti di ogni epoca è la matematica. La matematica, assieme al latino e al greco rappresenta lo spauracchio più grande per la popolazione studentesca. Tuttavia la matematica, a differenza del latino e del greco, ha dei risvolti pratici molto grandi, e non si può essere dei perfetti ignoranti in questa materia.

Da quello che ho notato in tutti i miei anni da studente, la maggior parte della gente che non capisce di matematica non ha sviluppato bene il proprio senso logico. Talvolta si associa a chi è bravo in matematica una maggiore intelligenza rispetto a chi è bravo in altre materie, tuttavia questo non è assolutamente sempre verificato.

Le chiavi per capire la matematica sono:

  • la logica;
  • la concentrazione;
  • la pazienza.

Se manca una di queste tre, potrete trovare difficoltà nell’andare avanti col vostro studio.

La logica

Per quanto riguarda la logica, non c’è niente di più falso del fatto che questa è innata e non può essere sviluppata. La logica la si può sviluppare fin da bambini, ed è parte integrante di una persona razionale. La logica si può studiare e sviluppare come qualsiasi altra disciplina, basta “perderci tempo”. Se la vostra lacuna è la logica potete provare con uno studio di insiemistica. Essa infatti aiuta a sviluppare le capacità logiche e non ha bisogno di alcuna preparazione di base, ma essa stessa è la base per capire la matematica.

La concentrazione

La seconda qualità da sviluppare è la concentrazione. La concentrazione è la capacità di focalizzare l’attenzione su un determinato problema, impiegando tutte le risorse mentali possibili. Per la matematica può essere molto difficile, in quanto, quando le cose non vengono capite al volo, bisogna leggere, rileggere, rileggere nuovamente, e farlo finchè non si ha ben chiaro il concetto che si sta studiando. E tutto questo va a discapito della concentrazione (e della motivazione), che inesorabilmente cala. Per non far calare la concentrazione la vostra seduta di studio dev’essere organizzata in maniera razionale, facendo delle pause abbastanza lunghe e dando il massimo durante il periodo di studio.

calcolatrice scientifica

Per una materia matematica l’ideale sarebbe studiare al massimo della concentrazione per mezzora, e interrompere per un’altra mezzora, possibilmente facendo cose non attintenti allo studio, per poi riprendere. Questo ciclo deve ripetersi almeno 4-5 volte. Se il vostro problema è la concentrazione, con un po’ di forza di volontà, e con uno studio organizzato in maniera migliore, potrete migliorare tantissimo la qualità del vostro studio.

La pazienza

Per quanto riguarda invece la pazienza, possiamo dire che studiando la matematica (o le materie scientifiche in generale) è molto facile gettare la spugna. Questo perchè i concetti sono organizzati in maniera verticale, ovvero un concetto spesso presuppone la conoscenza perfetta di tutti i concetti a monte di questo, e spesso le basi mancano. Quindi spesso la comprensione non è immediata e, come abbiamo detto prima, la concentrazione cala. Inoltre chi è abitauto a studiare altri tipi di materie, nelle quali si va più spediti, può trovare frustrante rimanere bloccati per molto tempo sulla stessa pagina alle prese magari con la stessa formula che non si capisce.

Bisogna quindi cambiare mentalità. Non conta la quantità delle pagine che si fa, ma conta quanto si è capito di quello che si è studiato. Inoltre l’ultimo punto è fondamentale:

Non basta pensare di aver capito un argomento. Bisogna essere in grado di spiegarlo in maniera esaustiva.

Questo vale anche per tante altre materie, ma per la matematica più che mai non bisogna mai dare niente per scontato, e quando si pensa di aver capito un argomento bisogna RIPETERLO a voce alta, spiegandolo magari ad un collega che ci ascolta, o anche a se stessi. Ci accorgeremo in questo modo che tante cose che prima sembravano chiare, cominceranno a farci venire dei dubbi, che, una volta chiariti, ci daranno davvero una conoscenza dell’argomento che stiamo trattando.

Se riuscirete a farvi piacere la matematica avrete a vostra disposizione uno strumento davvero utile, anche per la vita di tutti i giorni.